Seleziona una pagina

Posta al servizio di emigrati e profughi, l’’Acse è un’associazione di missionari e missionarie comboniani e laici, sorta, in principio, per svolgere un’attività a favore soprattutto di studenti sudanesi. Diventata, successivamente un vero e proprio polo a servizio di emigranti e profughi provenienti da tutto il sud del mondo, è stata definita da San Giovanni Paolo II “una vera iniziativa di frontiera e scuola per operatori sociali che, a loro volta, avrebbe ispirato altre iniziative analoghe”. 

Soltanto in un secondo momento, nel rispetto del principio di carità cristiana, nella capitale hanno preso vita altre realtà quali la Caritas, la Comunità di Sant’Egidio, il Centro Astalli.

Il fondatore dell’Acse, Padre Renato Bresciani, nello svolgere la sua opera per gli altri, si è sempre attivato per coinvolgere gli istituti religiosi, la Chiesa locale e anche la politica, ottenendo buoni risultati. 

L’accoglienza di migranti – sia singoli, sia famiglie – è sempre stata il nucleo focale dei principi che hanno mosso Padre Bresciani nella sua opera a favore dell’associazione.

Padre Bresciani ha spesso rammentato un concetto importante per Paolo VI, vale a dire “è la missione che viene a noi”. E’ con questo spirito che in passato, fin dagli anni ottanta, come oggi, i migranti provenienti da cento paesi diversi hanno frequentato il centro Acse.

Oltre a fornire assistenza sanitaria, assistenza burocratica e traduzioni, ricerca alloggi e collocamento, buoni pasto, offerta di sussidi per viaggi e rimpatri, deposito bagagli e documenti, recapito postale, per sostenere i migranti, la professionalità di coloro che si attivano per l’Acse è andata sempre più crescendo. Basti pensare che l’Acse è stata la prima a iniziare in Italia una scuola di informatica per migranti con il rilascio della certificazione ECDL (European Computer Driving Licence, letteralmente “patente europea di guida del computer”).

Dalla fine degli anni novanta – precisamente dal1997 – l’Acse gestisce un ambulatorio odontoiatrico per migranti. Tiene corsi di lingua italiana, differenziati per livelli, che permettono di effettuare in sede gli esami di lingua dell’Università per stranieri di Perugia. Offre inoltre corsi di lingua inglese. Rende servizi per la ricerca di lavoro, l’assistenza legale, il ritorno volontario assistito, la distribuzione di alimenti, il sostegno a studenti universitari con borse di studio e assicura un servizio pastorale. L’Associazione, attualmente, assistei complessivamente oltre 1.500 migranti l’anno.

Ciò in linea con i mutamenti continui dovuti al trasformarsi dei flussi migratori e, conseguentemente, con l’accrescimento di nuovi strumenti di accoglienza ed integrazione connessi ai bisogni di queste persone.

                                                                                           AVVOCATO PITORRI